La terapia antalgica infiltrativa ecoguidata è una procedura che permette di “colpire” in maniera più precisa la zona interessata dal dolore con un infiltrazione e quindi arrivare a una più veloce guarigione del paziente. In base al bersaglio che deve essere raggiunto e che si ritiene responsabile del dolore, l’iniezione può essere fatta:

  • all’interno delle articolazioni (Terapia Infiltrativa Articolare)
  • nei pressi dei nervi periferici o delle radici infiammate (Terapia Infiltrativa Perinervosa)
  • in prossimità dei tendini infiammati (Terapia Infiltrativa Peritendinea)

I principali farmaci iniettabili sono preparati cortisonici, acido ialuronico, fattori di crescita (PRP), collagene (collagen medical devices) ed anestetici locali.

Oltre alla iniezione di sostanze terapeutiche, la guida ecografica permette di eseguire con maggiore accuratezza tecniche come:

  • il needling percutaneo di tendini, legamenti zone fibrotiche al fine di stimolare i processi di guarigione,
  • il trattamento (frammentazione ed aspirazione) percutaneo di calcificazioni od ossificazioni intramuscolari,
  • l’aspirazione di ematomi/versamenti articolari o muscolari.

La terapia antalgica è una prestazione specialistica volta a sollevare il paziente da una sintomatologia dolorosa. Con il termine infiltrazione si intende l’iniezione di un farmaco (o più farmaci) e molecole attive in corrispondenza o nelle immediate vicinanze delle strutture colpite da dolore con un’attività antinfiammatoria e/o lubrificante a scopo antalgico. Per ottenere la massima efficacia dei farmaci non si agisce più in un modo generico, ma si utilizza il supporto ecografico grazie al quale è possibile visualizzare le componenti anatomiche della colonna vertebrale. La “guida” ecografica consente il controllo in tempo reale del corretto posizionamento dell’ago nel tessuto bersaglio, per ottenere una migliore risposta terapeutica e minimizzare al massimo la possibilità di insorgenza di effetti collaterali. I medicinali comunemente usati nella terapia infiltrativa del rachide sono cortisonici, anestetici locali e ozono. Per evitare il rischio di sanguinamenti ed ematomi, viene richiesto al paziente di interrompere eventuali terapie anticoagulanti una settimana prima della procedura.

Per dolori associati a patologie degenerative discali e articolari della colonna vertebrale o inn caso di dolore acuto e cronico (lombosciatalgia ad es.) o in presenza di ernia discale, per alleviare la sintomatologia è possibile ricorrere all’infiltrazione di farmaci nel canale peridurale o, tramite guida ecografica, all’infiltrazione della radice spinale emergente corrispondente alla sede del dolore. Nel caso invece di dolore della colonna vertebrale dovuto a degenerazione artrosica delle articolazioni uncovertebrali (faccette articolari) è possibile, tramite l’ausilio della tecnica ecografica, raggiungere direttamente le articolazioni per l’infiltrazione e colpire direttamente il punto interessato.

Il paziente viene fatto stendere sul lettino in una posizione tale che sia facilitata l’infiltrazione stessa (prono o sul fianco) e, dopo una iniezione di anestetico locale, si procede all’infiltrazione vera e propria. Una volta terminata l’infiltrazione, e dopo essersi accertati che il paziente non abbia per esempio formicolii o deficit di forza (che possono essere dei possibili effetti dell’anestetico locale che però scompaiono in pochi minuti), questo può tornare a casa e riprendere la propria quotidianità cercando di evitare sforzi fisici. Nei momenti successivi e per qualche giorno dopo l’infiltrazione è possibile, anche se non frequente, avvertire un dolore nel sito dove è avvenuta l’iniezione causato dal traumatismo dell’ago attraverso i tessuti e presentare un piccolo ematoma. Grazie all’effetto dell’anestetico locale può essere che inizialmente ci sia un’attenuazione del dolore, mentre il beneficio vero e proprio è possibile sopraggiunga anche dopo 24-48 ore, nel caso si abbia utilizzato un cortisone a lento rilascio.

Nel centro Poliambulatori San Gaetano di Thiene il Dottor Marco Noale, Medico Chirurgo specialista in anestesia, rianimazione e terapia del dolore è uno dei professionisti che accompagna il paziente in questa terapia.
Per prenotare contattaci al numero 0445372205 o compila il form di richiesta.