La cervicalgia, detta più comunemente dolore cervicale è uno tra i problemi muscoloscheletrici più diffusi: infatti come frequenza, questo disturbo è secondo solo al mal di schiena. Colpisce indistintamente il genere maschile e il genere femminile, di tutte le età, dai soggetti più giovani in età scolastica, passando per gli adulti fino agli anziani. Abbiamo rivolto alcune domande al Dott. Dalla Pozza Piero, laureato in Fisioterapia – Fisioterapista.

Dottore, cos’è la cervicalgia?

Con cervicalgia intendiamo il dolore localizzato tra la nuca, lungo il collo fino ad arrivare al profilo delle spalle. Talvolta, il dolore può essere percepito a partire dalla nuca, verso il cranio; a volte invece a partire dal collo verso le spalle e il dorso.

In associazione al dolore, vi sono anche altri sintomi associati come difficoltà nel movimento, cefalea, debolezza muscolare del collo, problematiche alla mandibola, vertigini e problemi di equilibrio, acufeni, difficoltà a riposare la notte.

Quali sono le cause delle problematiche cervicali?

Da un punto di vista statistico, solo lo 0,4% dei problemi cervicali sono legati a patologie gravi (Mielopatia cervicale, patologie tumorali, instabilità legamentosa della zona tra cranio e prime vertebre cervicali, insufficienza dell’arteria vertebrale, infiammazione sistemica).

In un’altra piccola percentuale di casi, i problemi alle cervicali derivano da problemi specifici della regione cervicale, come traumi (colpo di frusta) o problematiche del disco e dei nervi cervicali.

Nella stragrande maggioranza dei casi, potremmo invece definire i problemi al collo di origine non specifica, posturale.

In cosa consiste la valutazione funzionale fatta dal fisioterapista?

Fare una valutazione funzionale significa cominciare il percorso di riabilitazione con una serie di domande al paziente per cominciare a indagare e identificare il tipo di dolore cervicale. Successivamente attraverso una valutazione dei movimenti e test specifici per la cervicale, andremo a identificare le disfunzioni che possono essere causa del problema (esame clinico).

A questo punto stiliamo insieme al paziente un piano di trattamento terapeutico per risolvere questo problema.

Quali sono i benefici della fisioterapia? 

Attraverso la fisioterapia andiamo innanzitutto ad ridurre la sintomatologia dolorosa e a migliorare i movimento attraverso l’utilizzo di specifiche tecniche manuali non dolorose.

In secondo luogo ci teniamo a migliorare la consapevolezza del movimento del paziente, facendo in modo che possa integrare le conoscenze e i movimenti appresi durante le seduta fisioterapiche alle situazioni di vita quotidiane, in particolare sul posto di lavoro, dove solitamente le posture scorrette  tendono a far emergere il dolore cervicale.

Presso il nostro centro di Thiene (Vicenza, Veneto) è a disposizione il servizio di Fisioterapia.