Cos’è l’artroscopia del ginocchio?

L’artroscopia del ginocchio è una tecnica chirurgica minimamente invasiva, che permette la diagnosi e la cura di svariate patologie del ginocchio.

Cosa prevede l’intervento?

L’intervento prevede delle piccole incisioni cutanee a livello del ginocchio che permetteranno l’inserimento dell’artroscopio, uno strumento a forma di cannuccia e dotato di una telecamera e una fonte luminosa che permetterà di ispezionare la zona interessata.

Cosa è possibile diagnosticare con l’artroscopia del ginocchio?

L’artroscopia del ginocchio permette di diagnosticare e curare:

  • rottura di un menisco (o lesione di un menisco);
  • lacerazione del legamento crociato anteriore o del legamento crociato posteriore;
  • lacerazione totale o semi-totale del legamento collaterale mediale o del legamento collaterale laterale;
  • lesioni del tendine rotuleo;
  • difetti della cartilagine articolare;
  • borsite al ginocchio;
  • cisti di Baker: nodulo anomalo dietro al ginocchio, in seguito alla fuoriuscita di liquido sinoviale dalla borsa;
  • fratture del piatto tibiale;
  • sinovite del ginocchio;
  • malattie della rotula.

Quali sono i pazienti che maggiormente decidono di sottoporsi a questo intervento chirurgico?

In genere, i pazienti più comuni sono:

  • gli sportivi, in particolar modo di sport che richiedono la corsa con repentini cambi di direzione e contatto fisico;
  • gli anziani, con problemi di artrosi o artrite reumatoide.

Come si esegue l’intervento?

Viene praticata al paziente l’anestesia locale che determinerà insensibilità al dolore nella regione del ginocchio. Successivamente il medico procederà disinfettando la regione interessata, per minimizzare il rischio d’infezione e si preparerà per eseguire l’incisione di circa un centimetro, all’altezza del ginocchio, che permetterà di “entrare” nell’articolazione.

Potrebbe essere necessaria l’iniezione di una soluzione salina per “pulire” l’interno dell’articolazione, a questo punto di procede con l’inserimento dell’artroscopio nella incisione appena praticata ed il medico inizierà a perlustrare il ginocchio internamente, alla ricerca del problema da diagnosticare o curare. Sarà necessario praticare un altro paio di piccole incisioni, così da inserirvi gli strumenti chirurgici necessari a trattare la problematica.

Al termine della procedura viene estratto l’artroscopio e, qualora ne abbia fatto uso, gli strumenti chirurgici per poi procedere con l’applicazione sulle incisioni di alcuni punti di sutura riassorbili e un bendaggio compressivo attorno al ginocchio, per proteggere quest’ultimo ed evitare il classico gonfiore post-operatorio.

Al termine della procedura il paziente può tranquillamente tornare a casa, seguendo le indicazioni del medico circa il recupero post operatorio.

Presso il nostro centro di Thiene (Vicenza, Veneto) è a disposizione l’ambulatorio di ORTOPEDIA.  Tutti gli interventi di Artroscopia del ginocchio sono eseguiti in ambulatorio ed è possibile prenotarli tutte le settimane con tempi di attesa ridotti.