Tampone vaginale completo: un test per valutare la presenza di infezione intima

 

Da subito dopo la nascita la cavità vaginale viene colonizzata da diversi microrganismi che costituiscono una importante forma di difesa verso gli aggressori patogeni. Questo insieme di batteri costituisce la flora vaginale.

Una flora sana garantisce un’adeguata protezione verso possibili infezioni esterne ed è costituita principalmente da Lactobacilli, dei batteri che garantiscono un ambiente acido con PH tra 4 e 4,5.
Quando l’equilibrio fra i diversi batteri viene meno, si crea un dismicrobismo tale da favorire l’instaurarsi di infezioni vaginali.

L’esame d’elezione per indagare la presenza di infezioni è il tampone vaginale.

 

Che cos’è il tampone vaginale?

Si tratta di un esame rapido ed indolore: con un piccolo tampone di ovatta si preleva un campione di secrezioni vaginali.
Una parte di queste vengono poste su un vetrino ed analizzate a livello microscopico, mentre un’altra parte è inserita in appositi contenitori per un successivo esame colturale che permette di studiare la presenza di microrganismi patogeni.

 

A cosa serve il tampone vaginale?

Il tampone vaginale permette di individuare la presenza di un patogeno che causa un disturbo. Questo può essere un:

  • Batterio
  • Fungo
  • Lievito

In seguito al risultato della coltura si può stabilire il trattamento farmacologico più adatto. In caso di positività verso un microrganismo, infatti, si procede con lo studio dell’antibiogramma, ovvero la ricerca dell’antibiotico o degli antibiotici più efficaci per la risoluzione del problema.

 

Quando è utile sottoporsi ad un tampone vaginale?

Questo esame è consigliato ogni qualvolta si abbiano disturbi come:

  • Perdite anomale dalla vulva
  • Arrossamento o dolore vaginale
  • Dolore durante i rapporti sessuali
  • Pesantezza nella zona del pube

Il tampone vaginale permette di individuare le cause di questi disturbi, che solitamente sono rappresentate da stafilococco, enterococco, streptococco, gardnernella vaginalis e candida.
Il tampone vaginale completo ricerca anche la presenza di patogeni a trasmissione sessuale come la Chalmydia trachomatis, un batterio che può passare anche in via materno-fetale, la gonorrea ed il tricomonas vaginalis, un parassita che può provocare fastidiosi disturbi.

 

Come si effettua un tampone vaginale?

L’ostetrica o il ginecologo inseriscono un bastoncino ovattato all’interno della cavità vaginale e lo fanno roteare per alcuni secondi in modo da raccogliere un adeguato campione. Affinché l’esame dia un esito attendibile è necessario sottoporsi all’esame in assenza di ciclo mestruale, inoltre la donna dovrà:

  • Astenersi dai rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti
  • Sospendere qualunque terapia antibiotica ed antimicotica nei 5 giorni precedenti
  • Evitare l’utilizzo di terapie locali come ovuli ed irrigazioni vaginali

È un esame sicuro ed indolore che può essere effettuato anche dalle donne in gravidanza.

 

 

Presso Poliambulatori San Gaetano Thiene (Vicenza) è attivo il servizio di Ginecologia ed Ostetricia, è possibile prenotare una Visita Ginecologica contattando il numero 0445372205 oppure compilando il form di contatto a lato della pagina.

Ricordiamo che è sempre attiva la prenotazione tramite l’app ufficiale di Poliambulatori San Gaetano.