Visita Ostetrica dal Ginecologo in gravidanza: quando farla ed in cosa consiste

La scoperta di una gravidanza può porre la donna di fronte a dubbi e paure: lo sviluppo del bambino diviene il focus dei suoi pensieri. Una volta scoperta questa condizione è bene sottoporsi ad una visita ginecologica ostetrica per accertare il corretto andamento della gestazione.

In che cosa consiste una visita ginecologica in gravidanza?

Questa visita, eseguita dal medico specialista in Ginecologia ed Ostetricia, si effettua per tenere monitorato lo stato di salute della mamma e del bambino.

Il professionista inizia raccogliendo i dati anamnestici:

  • patologie familiari
  • storia ostetrica e ginecologica, ad esempio gravidanze precedenti, esisti di pap-test
  • malattie infettive specifiche, come toxoplasmosi, rosolia, parotite ecc
  • allergie
  • interventi chirurgici o trasfusioni di sangue

Prosegue valutando altezza e peso della futura mamma e la sua pressione arteriosa. Tramite esame addominale controlla lo sviluppo uterino e con l’esplorazione vaginale indaga le condizioni del collo dell’utero.

Si termina eseguendo una Ecografia Ostetrica Ginecologica così da esaminare il feto ed escludere eventuali anomalie. Con questo esame diagnostico è possibile valutare la posizione del bambino, auscultare il suo battito cardiaco e stabilire se si è in presenza di una gravidanza singola o multipla.

Tra le 24 e le 30 settimane si potrà anche richiedere un’Ecografia Ostetrica Ginecologica 4D, che permette di vedere e sentire il bambino in movimento.

Prima visita ginecologica in gravidanza: quando farla?

Solitamente si consiglia alla donna di sottoporsi ad una prima visita dal Ginecologo a partire dalle 7-10 settimane di gestazione. In ogni caso, appena si sospetta una gravidanza o si effettua un test positivo, è bene prenotare un primo controllo per capire la condizione della futura mamma e del feto.
Lo specialista prescriverà degli esami ematici da portare in sede di seconda visita ginecologica.

A che cosa serve la visita dal Ginecologo?

Lo specialista, in sede di visita ginecologica ostetrica, raccoglie le più importanti informazioni circa la salute della donna, del partner e della loro storia famigliare. Queste sono estremamente utili per capire quali potrebbero essere le criticità genetiche che il bambino può ereditare.
Si tratta di dati essenziali per la valutazione della presenza di fattori di rischio sia per il nascituro che per la mamma e porre in essere le eventuali azioni necessarie a garantire un percorso il più sereno possibile.

Ogni quanto fare una visita ginecologica ostetrica?

Senza diversi avvisi da parte del medico, effettuata la prima, si prosegue poi con regolari visite ginecologiche durante la gravidanza a cadenza mensile. Ovviamente questa è la linea generale. Il Ginecologo saprà valutare lo stato di rischio della mamma e del bambino ed indicare tempistiche differenti se necessarie.

La visita ginecologica interna in gravidanza è pericolosa?

Spesso la donna è spaventata dalla possibilità che un esame interno possa “disturbare” il feto. Oltre all’ecografia, in sede di visita dal ginecologo è prevista un’ispezione e palpazione interna fondamentali per la valutazione della posizione e della salute dell’utero, del tono dei tessuti e della presenza di eventuali perdite. Questo non rappresenta un pericolo, ma, al contrario, è un esame estremamente importante proprio per comprendere lo stato di salute di mamma e bambino.

Una volta partorito, è sempre consigliato effettuare anche la visita ginecologica post parto. Sarà il ginecologo di fiducia ad indicarne i tempi.

 

Presso Poliambulatori San Gaetano di Thiene e Schio (Vicenza) è possibile prenotare una visita Ginecologica Ostetrica senza tempi d’attesa compilando il form qui affianco o chiamandoci al numero 0445372205.

Ricordiamo che è sempre attiva la prenotazione tramite l’app ufficiale di Poliambulatori San Gaetano.