Il ruolo dell’ecografia all’addome inferiore nella diagnosi di iperplasia prostatica

L’iperplasia prostatica è un disturbo piuttosto diffuso tra gli uomini oltre 70 anni di età. Questa patologia è caratterizzata dall’ingrossamento della prostata che comprime l’uretra e ostruisce il flusso urinario causando dei conseguenti disturbi urinari. I sintomi avvertiti dal paziente possono essere di due tipi: urinari di tipo ostruttivo, e di tipo irritativo. I sintomi urinari ostruttivi sono ad esempio la difficoltà a cominciare la minzione, lo svuotamento incompleto della vescica, il flusso urinario debole e lo sforzo nella minzione; i sintomi urinari irritativi invece, sono la frequenza nell’urinare, la nicturia, ovvero il bisogno frequente di urinare durante la notte, l’urgenza minzionale e il bruciore a urinare.

L’iperplasia prostatica, se non curata, può essere una patologia progressiva: lo svuotamento incompleto della vescica infatti, può portare all’accumulo di batteri aumentando il rischio di uretriti.

Quali sono i principali sintomi dell’iperplasia prostatica?

I principali sintomi indicativi dell’iperplasia prostatica sono:

  • minzione frequente
  • difficoltà ad iniziare la minzione
  • getto urinario debole o interrotto,
  • bisogno frequente di urinare durante la notte
  • ritenzione urinaria
  • perdita involontaria di urina (incontinenza urinaria)
  • dolore la minzione
  • urina di colore o odore non abituali

Quando è indicato svolgere l’ecografia all’addome inferiore?

L’ecografia all’addome inferiore è indicata nei casi in cui il paziente avverta i sintomi sopra descritti. Tuttavia, il paziente può rispondere a queste semplici domande ed effettuare un primo test di autovalutazione.

  • Nell’ultimo mese si è alzato di frequente durante la notte per urinare?
  • Nell’ultimo mese ha avuto più volte difficoltà a trattenere l’urina durante la giornata?
  • Nell’ultimo mese ha mai avuto la sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica?

Qualora si abbia dato risposta positiva anche solo ad una delle tre domande, è consigliabile effettuare una visita di controllo con lo specialista urologo.

In cosa consiste l’ecografia all’addome inferiore?

L’ecografia dell’addome inferiore ha lo scopo di valutare le condizioni della vescica in situazione pre e post minzionale onde verificare gli effetti di un’eventuale iperplasia prostatica. Durante l’ecografia all’addome inferiore il paziente deve sdraiarsi in posizione supina e il medico appoggia e muove sull’area in esame una sonda collegata all’apparecchiatura ecografica.

È necessario effettuare l’esame con la vescica piena: si consiglia quindi di bere almeno un litro di acqua prima dell’orario previsto per l’esame.

Presso Poliambulatori San Gaetano di Thiene (Vicenza, Veneto) è a disposizione l’ambulatorio di UROLOGIA.