E’ ormai un intervento entrato nell’immaginario collettivo come di routine, a basso rischio ed alta percentuale di riuscita. Non per questo la cataratta deve essere trascurata, anzi, sono azioni tempestive come diagnosi e controlli mirati a garantire un percorso sicuro e risolutore. Il reparto di oculistica del Poliambulatorio San Gaetano, in questo senso, offre servizi di diagnosi e percorsi post operatori di alta professionalità, confermati da una casistica estremamente positiva.

Cos’ è la catarratta

Cos’ è la cataratta, lo spiega il dottor Alberto Carlotto, specialista del reparto oculistica del Poliambulatorio San Gaetano di Thiene: “La cataratta è la progressiva opacizzazione del cristallino, una lente biconvessa, grande il doppio di una lenticchia, situata all’interno del nostro occhio, appena dietro all’iride. Il numero di interventi è molto cresciuto negli ultimi anni non per una diffusione di questo processo, ma per l’aumento dell’anzianità della popolazione essendo una patologia che colpisce circa la metà della popolazione oltre i 65 anni e dai 75 anni in su’ la percentuale raggiunge il 90%”.
Parallelamente sono aumentate anche le esigenze dei pazienti, considerando che l’intervento alla cataratta è progressivamente diventata un’operazione svolta con tempistiche ambulatoriali: “Prima era un intervento che richiedeva il ricovero – spiega il dottor Carlotto – anche fino a 15 giorni. Adesso, invece, dopo qualche giorno dall’operazione il paziente può tornare a svolgere tutte le sue attività”.

Intervento di cataratta

Come si svolge questo intervento? “Durante l’operazione il cristallino, opacizzato dalla cataratta, verrà sostituito da una lente artificiale (detta Intra Oculare) in materiale plastico (siliconico od acrilico) che inserita e ancorata ai legamenti naturali, ripristina le funzioni di messa a fuoco del cristallino” spiega il dottor Carlotto.

Le visite pre e post intervento

Dicevamo che l’operazione, grazie allo sviluppo delle tecniche mediche di intervento e alle tecnologie a disposizione, è diventato rapido e sicuro. E’ però altrettanto vero che la fase pre e post operatoria devono essere seguite dagli specialisti per verificare il pieno ritorno alla normalità.

Spiega Carlotto: “La fase pre operatoria ha anche la funzione di preparare in maniera personalizzata la lente Intra Oculare con le specifiche di ogni occhio. Come se fossero delle scarpe su misura. Nella fase post operatoria ci assicuriamo che il decorso sia positivo in modo da garantire il ritorno ad una certa qualità della vista”.