Per quanto riguarda l’ampio e importante tema della corretta alimentazione dei bambini, i punti salienti da tenere in considerazione sono “condivisione” ed “educazione”. E’ attorno a questi due principi cardine che ruotano le parole della dietista del Poliambulatorio San Gateano, Silvia Maccà.

Alimentazione bambini: il ruolo dei genitori

“Spesso capita – dice la specialista – che genitori si rivolgono a me chiedendomi una dieta per il proprio figlio. L’approccio che consiglio io è diverso: questo percorso deve cominciare proprio dai genitori che devono abituare i figli, magari anche gradualmente, ad avere a tavola alimenti come frutta e verdura. E’ questo il primo passo da compiere”. Potrebbe sembrare banale ma non lo è: i ritmi e la routine quotidiana spesso non aiutano nel trovare i corretti equilibri alimentari e in questo il ruolo del dietista può assumere un’importanza che si riflette su tutta la famiglia.

“E’ mia consuetudine – conferma la dott.ssa Maccà – proporre un percorso di educazione alimentare per i genitori; queste informazioni, poi, si possono e si devono trasmettere, attraverso esperienze condivise (anche semplicemente nei momenti a tavola) sui figli. Non si può pretendere che i bambini si responsabilizzino. In questo, uno strumento è il diario alimentare che è un mezzo di interazione e rapporto tra me, il genitore e il figlio”.

Condivisione: l’alimentazione dei bambini e la famiglia

Un riflesso importante di questa attività educativa che può diventare una piacevole routine e anche uno strumento attraverso il quale coltivare la comunicazione con i figli è la condivisione con tutta la famiglia.
“Capita sovente – conferma la dietista – che il percorso intrapreso per un figlio si rifletta poi anche su altri figli o in tutta la famiglia. E’ un aspetto non trascurabile che aiuta molto nel raggiungimento degli obiettivi e verso un percorso che non è più occasionale ma che può diventare uno stile di vita”.

Video-intervista alla dott.ssa Maccà sull’alimentazione bambini