Trattamento delle cefalee con Anticorpi Monoclonali: la soluzione per chi soffre di mal di testa

 

Potrebbe sorprendere chi non ne ha mai sofferto, ma le Cefalee sono state inserite dall’OMS tra le prime dieci cause al mondo di disabilità per diffusione. Questo disturbo colpisce, solo in Italia, oltre 26 milioni di persone.
La cefalea non è solo un “mal di testa” ma si tratta di una vera e propria patologia invalidante che crea problemi sociali ed economici a chi ne è affetto. I continui attacchi e la strisciante paura del successivo rappresentano una minaccia per la vita familiare e lavorativa, ponendo la persona in uno stato di stress e depressione.

 

Che cos’è e quali sono i sintomi della cefalea?

Un attacco di Cefalea si manifesta improvvisamente con dolore, nausea, vomito, fastidio per luci, suoni ed odori. La sua durata può arrivare fino a 72 ore, ma circa 24 ore prima si hanno alcune avvisaglie sotto forma di:

  • Cambiamenti d’umore
  • Aumento dell’appetito
  • Vago malessere

Un volta passata la fase acuta, la persona prova per circa una giornata una sensazione di malessere generale ed affaticamento.
Può essere di natura episodica o cronica, ma anche quando si tratta di pochi attacchi al mese chi ne soffre vive nella paura che se ne presenti uno nuovo per il dolore debilitante che questo comporta.

 

Quali possono essere le cause di questo mal di testa invalidante?

Nel caso delle cefalee secondarie queste sono un “sintomo” di malattie sottostanti, come ad esempio sinusite, ipertensione arteriosa o patologie endocraniche ma nella maggior parte dei casi non esiste una vera causa organica riconoscibile, sono quindi cefalee primarie.
Fanno parte di queste l’emicrania, che spesso causa nausea e disturbi visivi,  e la cefalea di tipo intensivo (CdTT) che porta dolore cervico-frontale o nucale.

La diagnosi corretta del tipo di cefalea è essenzialmente clinica: avviene in seguito ad un esame effettuato da un Medico di Neurologia in grado di comprendere quale sia la forma di mal di testa da cui la persona è affetta

 

Come combattere le cefalee e tornare ad una vita normale?

Dopo dieci anni di ricerche scientifiche, è oggi disponibile un innovativo farmaco, approvato dalla Commissione Europea per i farmaci nel Luglio 2018, che prevede l’utilizzo clinico degli Anticorpi Monoclonali: questo trattamento è consigliato come “prevenzione dell’emicrania negli adulti con almeno quattro giorni di cefalea al mese”.
È una terapia in grado di bloccare il recettore che scatena l’attacco di mal di testa, anche nel caso delle emicranie a grappolo, una delle forme più debilitanti di cefalea.

 

Cosa sono gli Anticorpi Monoclonali per trattamento cefalea?

Sono un tipo particolare di anticorpi che possiedono un’affinità altamente specifica per un determinato antigene o mediatore chimico e si legano ad esso consentendo una risposta immunitaria direzionata esattamente verso il target della terapia. Non saranno, quindi, interessati altri distretti dell’organismo se non quelli che si vogliono trattare aumentando rapidità ed efficacia terapeutica.

 

Come agisce questo innovativo farmaco?

È una terapia estremamente selettiva che, legandosi al recettore del CGTP, ne blocca l’azione.
Il CGTP è una proteina liberata dalle terminazioni nervose trigeminali che crea una vasodilatazione dei vasi sanguigni presenti nelle meningi facendo così trasmettere un segnale di dolore a livello centrale. Bloccando questi recettori blocca la trasmissione del messaggio algico e quindi l’attacco di cefalea.
L’effetto della terapia dura quattro settimane, quindi questa va ripetuta una volta al mese.

 

Ci sono effetti indesiderati al trattamento con anticorpi monoclonali?

Gli effetti collaterali sono pari a quelli di un placebo, ovvero nulli. Le uniche persone che si preferisce non trattare, per motivi puramente etici, sono le donne in gravidanza, i minorenni ed i pazienti con gravi patologie cardio-cerebrovascolari.

 

Che risultati si ottengono?

Nel 20% dei casi si è ottenuta la totale scomparsa delle crisi.
In almeno il 60% si è assistito ad una riduzione delle crisi superiore al 50%, e nel rimanente 20% un miglioramento soddisfacente ed una netta riduzione del consumo di antidolorifici.
Nessun paziente ha ad oggi abbandonato la terapia per l’enorme sollievo che questa ha portato nella sua vita

 

 

Presso Poliambulatori San Gaetano è possibile prenotare una Visita Specialistica di Neurologia con il Dottor Moro Gianni Mario, Specialista in Neurologo referente per il Trattamento delle Cefalee con gli Anticorpi Monoclonali.

 

Ricordiamo che è sempre attiva la prenotazione tramite l’app ufficiale di Poliambulatori San Gaetano.