La blefaroplastica è un intervento di Chirurgia Plastica eseguito ambulatorialmente per correggere inestetismi e difetti delle palpebre superiori ed inferiori.

Questo trattamento chirurgico è suggerito a chi presenta la comparsa di “borse” adipose, pliche cutanee o pelle palpebrale cadente nella zona oculare, dovute all’invecchiamento o per naturale conformazione del volto.
Può essere quindi eseguito da pazienti che desiderano ridare freschezza allo sguardo appesantito da:

  • eccesso di pelle delle palpebre superiori;
  • eccesso di pelle nelle palpebre inferiori;
  • borse intorno o sotto gli occhi.

 

La blefaroplastica può essere eseguita in day hospital, sia in anestesia locale che con leggera sedazione e può riguardare sia la parte superiore che inferiore dell’occhio:

L’intervento alla palpebra superiore prevede un’incisione di forma e di aspetto variabile secondo quanto il Medico Specialista in Chirurgia Plastica ha definito con il paziente in fase di consulto pre-operatorio. L’incisione viene realizzata in modo da far cadere la cicatrice nella piega naturale delle palpebre o lateralmente all’angolo esterno dell’occhio in modo da confondersi con le piccole rughe di espressione e renderla pressoché invisibile.

L’intervento alla palpebra inferiore può essere eseguita con due diverse metodiche, quella mediante un’incisione pochi millimetri sotto la linea delle ciglia verso l’angolo esterno dell’occhio e la blefaroplastica transcongiuntivale: questa tecnica consiste nella rimozione solo delle borse adipose inferiori tramite una incisione congiuntivale interna alla palpebra inferiore attraverso la quale è possibile rimodellare l’eccesso di grasso senza cicatrici cutanee esterne. Questa tecnica è indicata per le persone che hanno solo eccesso di grasso senza necessità di rimodellamento della cute e del muscolo.
Anche in questo caso il Chirurgo eseguirà l’intervento con l’obiettivo di rimuovere l’inestetismo e di “nascondere” la cicatrice sfruttando la conformazione del viso.

Specifichiamo che la blefaroplastica non permette di eliminare le rughe presenti a lato della zona oculare (sono solo indirettamente migliorate per la distensione della palpebra), non corregge l’abbassamento del sopracciglio e non modifica la colorazione delle occhiaie (pigmentazioni orbitarie).

 

Il trattamento chirurgico ambulatoriale ha durata di qualche ora fino ad un massimo di  tre ore nel caso di blefaroplastica completa.

Terminato l’intervento, viene consigliato al paziente di applicare del ghiaccio nella zona interessata anche nelle ore successive.
Il decorso post operatorio prevede un bendaggio parziale solo per il giorno dopo l’intervento. La comparsa di gonfiore palpebrale e di lividi è sempre presente ma dipende molto dalle condizioni generali del paziente, comunque si può riprendere l’attività lavorativa dopo 2-3 giorni.
La rimozione dei finissimi punti di sutura avviene solitamente dopo 8-10 giorni dall’intervento ed eventuali precauzioni aggiuntive sono a discrezione del Medico Chirurgo che effettuerà l’intervento.

Dopo 3-4 mesi le cicatrici si schiariscono definitivamente anche se i risultati definitivi possono essere apprezzati già a distanza di un paio di settimane dall’intervento, in generale il tempo necessario per guarire da gonfiore ed ecchimosi.

 

I risultati sono così duraturi che è raro che un paziente si sottoponga una seconda volta nel corso della vita alla blefaroplastica.
L’effetto di ringiovanimento è notevole pur non modificando lo sguardo e il miglioramento generale si ripercuote anche sul resto del viso.

 

 

Per prenotare un primo consulto informativo gratuito con gli Specialisti in Chirurgia Plastica di Poliambulatori San Gaetano, contatta il numero 0445 372205 o compila il form di contatto a lato della pagina.