Intervento di asportazione calazio all’occhio: che cos’è e come si fa

Presso Poliambulatori San Gaetano di Thiene e Schio – Vicenza – è eseguibile l’intervento calazio a pagamento in regime privato senza tempi di attesa, o in convenzione con i fondi aziendali SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO, PREVIMEDICAL – METASALUTE, oppure attraverso i welfare aziendali EDENRED, 3CUORI, BIFIN SALUTE SEMPLICE, HAPPILY.

Cos’è il calazio?

Il calazio è una cisti (o lipogranuloma) della palpebra che si forma quando il secreto lipidico che compone le lacrime non riesce ad uscire e si accumula all’interno del dotto provocando un’infiammazione cronica. Se il calazio assume grosse dimensioni, può portare alla compressione sulla cornea con conseguente astigmatismo. Il calazio può colpire anche i bambini.

Oltre allo stato cronico, il calazio infiammato può assumere carattere acuto e può causare dolore, eritema e gonfiore della palpebra e può formarsi anche un nodulo duro alla palpazione, sia sulla superficie cutanea sia sulla superficie posteriore della palpebra.
Il calazio agli occhi può colpire sia la palpebra superiore che quella inferiore.

Calazio palpebra inferiore

foto calazio palpebra inferiore

foto calazio palpebra inferiore

Questa foto mostra un esempio di calazio alla palpebra inferiore: come si può vedere questo interessa, appunto, la zona inferiore dell’occhio e provoca arrossamento ed infiammazione. La zona interessata può arrivare ad avvertire dolore e pressione sulla cornea.
È possibile che si sviluppi un calazio interno alla palpebra inferiore, in quel caso l’esterno dell’occhio si mostrerà gonfio ed arrossato ma l’accumulo di lipidi sarà visibile solo all’eversione della palpebra.

 

 

 

Calazio palpebra superiore

Calazio palpebra superiore

foto calazio palpebra superiore

Un calazio della palpebra superiore interessa la zona della palpebra mobile e, come nel caso della palpebra inferiore, può essere interno o esterno.
A seconda della dimensione e del posizionamento del calazio oculare questo potrà dare più o meno fastidio a chi ne soffre.

 

 

 

 

Quali sono i sintomi del calazio?

Il sintomo tipico associato al calazio è un forte dolore alla palpebra spesso associato a gonfiore e ad una sensazione di pressione.

Calazio e orzaiolo: differenza?

L’orzaiolo ha natura infettiva e colpisce solitamente il bordo della palpebra. Solitamente è indolore. Il calazio, come già detto, è invece una cisti che può formarsi sulle palpebre, all’esterno o all’interno, che non ha cause infettive e quindi non può essere trattato con antivirali.

Quali possono essere le cause del calazio?

Generalmente il calazio è associato a disordini alimentari, in particolare legati al consumo eccessivo di cibi ricchi di grassi o zuccheri. Un’altra causa può essere dovuta a difetti visivi non corretti (soprattutto nei bambini) che con la contrazione dei muscoli oculari per mettere a fuoco, si provoca l’occlusione del dotto escretore delle ghiandole di Meibomio e, quindi, il secreto ghiandolare rimane incistato provocando gonfiore ed infiammazione.

Qual è la cura per il calazio all’occhio?

La terapia per il calazio può prevedere l’uso di pomata oftalmica antibiotica o a base di steroidi. È molto importante tenere pulito il bordo della palpebra così da mantenere i dotti delle ghiandole il più liberi possibili. Sebbene in internet si trovino per il calazio rimedi naturali, è sempre consigliato rivolgersi ad un medico competente che sappia valutare la situazione ed indicare l’approccio migliore, poiché questa patologia può comprimere seriamente la cornea. Inoltre, quando il materiale purulento all’interno del calazio non fuoriesce, può essere necessaria l’asportazione del calazio con intervento chirurgico.

In cosa consiste l’intervento di asportazione chirurgica calazio?

La rimozione chirurgica del calazio è un intervento piuttosto semplice.
Si inizia anestetizzando la palpebra, il medico incide il tessuto e la cisti infiammata viene asportata e la ghiandola viene ripulita. L’incisione verrà richiusa con pochi punti di sutura e l’occhio dovrà rimanere bendato per qualche ora.

L’asportazione del calazio fa male?

L’intervento di asportazione del calazio si esegue in anestesia locale, dunque il paziente non sentirà alcun dolore ne durante l’asportazione né in fase di applicazione dei punti di sutura.

Restano delle cicatrici?

Solitamente per evitare cicatrici si interviene dalla superficie interna della palpebra, raramente si procede dall’esterno.

Quali sono i tempi di recupero post intervento per calazio?

L’asportazione di calazio è un banale intervento di anestesia locale che si svolge ambulatorialmente in circa un’ora, al termine dell’intervento il paziente può tornare a casa e tornare alle normale attività nel giro di qualche giorno.

Come capire se il calazio sta guarendo?

Se ci si rivolge ad uno specialista questo saprà seguire il paziente nel pre e post intervento per calazio, così da controllarne la guarigione, indicando anche le eventuali terapie topiche più indicate. Una corretta asportazione consente una rapida guarigione eliminando fin dai primi giorni infiammazione, fastidio e compressione, segni che l’occhio sta guarendo correttamente.

 

Presso il nostro centro è a disposizione l’ambulatorio Chirurgico. Tutti gli interventi di Asportazione Calazio sono eseguiti in regime ambulatoriale ed è possibile prenotarli tutte le settimane con tempi di attesa ridotti.

Questo intervento è eseguibile in regime privato senza tempi di attesa, o in convenzione con i fondi aziendali SOCIETA NAZIONALE DI MUTUO SOCCORSO CESARE POZZO, PREVIMEDICAL – METASALUTE, oppure attraverso i welfare aziendali EDENRED, 3CUORI, BIFIN SALUTE SEMPLICE, HAPPILY.

Poliambulatori San Gaetano è presente a Thiene e Schio (Vicenza).

La segreteria è a disposizione per ulteriori info, costi e prenotazioni contattando il numero 0445372205 oppure compilando il form di contatto a lato della pagina.

Ricordiamo che è sempre attiva l’app ufficiale di Poliambulatori San Gaetano per la prenotazione rapida.