Tra le infezioni della pelle più diffuse troviamo il mollusco contagioso e le verruche. Il mollusco contagioso, in particolare, è una patologia virale che colpisce la pelle e può manifestarsi sia negli adulti che nei bambini. Questa patologia necessita di un’adeguata diagnosi e di una terapia mirata per evitare che si ripresenti in futuro. Abbiamo rivolto alcune domande alla Dott.ssa Ferrazzi Anna, Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia.

Dottoressa, cosa sono le verruche?

Le Verruche sono patologie della pelle dovute ad un virus che infetta i cheratinociti, le cellule della pelle esi presentano come piccole escrescenze cutanee localizzate prevalentemente al viso, mani, piante dei piedi dovute a una proliferazione di cheratinociti indotta da HPV. Le verruche possono svilupparsi a qualunque età, ma sono più frequenti nei bambini e meno negli anziani. I soggetti possono presentare una o due verruche oppure centinaia. Dal momento che la loro diffusione avviene in genere tramite contatto prolungato o ripetuto, molto spesso la trasmissione si verifica da un’area all’altra del corpo, ma può anche avvenire da una persona all’altra. 

Cosa ci può dire invece sul mollusco contagioso?

Il Mollusco contagioso invece si presenta come una papula traslucida con una ombelicatura centrale, causata da un POXVIRUS; esso viene trasmesso tramite un contatto interumano, i rapporti sessuali compresi. Si rimane contagiosi finché i molluschi non scompaiono del tutto, ma il virus, una volta debellato, non resta latente: se ricompare, si tratta di una nuova infezione. 

È importante quindi intervenire tempestivamente?

Sì, è importante intervenire tempestivamente. Sia le verruche che i molluschi risentono della componente immunologica; in età pediatrica ad esempio, quando le difese non sono ancora del tutto mature, il decorso può essere più lungo.

In altri casi invece possono anche sparire spontaneamente, grazie ad un aumento spontaneo delle difese immunitarie proprie. Viceversa quando per svariati motivi si assiste ad una riduzione delle proprie difese (immunodeficienze come Hiv, trapianto d’ organo, terapie immunosoppressive in genere) le verruche e altresì i molluschi resistono maggiormente alla terapia. 

Abbiamo detto che il mollusco contagioso può colpire anche i bambini. Cosa ci può dire al riguardo?

Spesso si presentano alla visita mamme preoccupate perché le lesioni papulari dei propri bambini sono dolenti e infette. I molluschi infatti spesso si infiammano facilmente e pertanto va applicata una terapia antibiotica topica prima di poterli trattare .

È importante sottolineare che gli individui affetti da verruche e\o molluschi possono a loro volta trasmetterle ad altri bambini a scuola, in piscina o ad altri componenti della famiglia. Alcuni accorgimenti e buone abitudini possono aiutarci a prevenire i molluschi contagiosi e ad evitare di infettare sé stessi o altre persone. Ad esempio è consigliabile lavarsi sempre le mani, non toccare e grattare alcun tipo di lesione (propria o altrui), coprire sempre con vestiti e cerotti le papule già presenti, non condividere se si è contagiati alcun asciugamano o spugna o lenzuolo.

Ma soprattutto è opportuno quanto prima individuare e trattare il problema tempestivamente per evitare una rapida disseminazione e diffusione dello stesso.

Cosa consiglia a chi sospetta la presenza di verruche e molluschi?

In primo luogo consiglio di effettuare quanto prima una visita dermatologica. Inoltre, in seguito alla visita, consigliamo le terapie topiche più adeguate. Presso i nostri ambulatori dermatologici eseguiamo le terapie di elezione per queste problematiche virali ovvero la crioterapia con azoto liquido per le verruche e il curettage per i molluschi.

Presso il nostro centro di Thiene (Vicenza, Veneto) è a disposizione l’ambulatorio di DERMATOLOGIA.
E’ possibile fissare ogni giorno un consulto con un medico dermatologo.