La cistoscopia è un esame diagnostico endoscopico che permette di visualizzare le pareti interne della vescica e dell’uretra. L’esame è eseguito mediante l’uso di un cistoscopio, uno strumento a fibre ottiche alla cui estremità è posizionata una piccola telecamera. Il cistoscopio viene inserito nell’uretra e quindi spinto lentamente fino alla vescica. Scopriamo assieme come si esegue l’esame e quali malattie consente di diagnosticare. 

Quali malattie consente di diagnosticare?

La cistoscopia consente di individuare anomalie e patologie degli organi delle vie urinarie per diagnosticare, monitorare o trattare varie malattie tra le quali:

  • Infiammazioni (cisti);
  • Calcoli alla vescica;
  • Tumori alla vescica;
  • Iperplasie prostatiche;
  • Stenosi (restringimento) dell’uretra.

Viene inoltre prescritta per indagare le cause di alcuni disturbi come la presenza di sangue nelle urine, dolore pelvico cronico, infezioni urinarie ricorrenti, minzione dolorosa, ritenzione o incontinenza urinaria e vescica iperattiva.

Si tratta di un esame doloroso?

Soprattutto negli uomini che presentano un’uretra più lunga, l’introduzione del cistoscopio può causare un forte fastidio e, in alcuni casi, un leggero dolore. Per ridurre al minimo il fastidio, prima dell’esame viene applicato un gel lubrificante ad azione anestetica. 

Come si svolge la cistoscopia?

L’esame ha durata di circa 10 minuti e viene effettuato in ambulatorio con una lieve anestesia locale, prima di iniziare l’esame il paziente dovrà svuotare la vescica. Il paziente verrà steso sul lettino e il medico procederà all’inserimento del cistoscopio per il controllo delle vie urinarie, la procedura non comporta dolore.

È necessaria una preparazione all’esame? Quali sono i possibili effetti collaterali?

La cistoscopia è controindicata in fase di infezione acuta; a tal proposito, può essere richiesto al paziente di eseguire, qualche giorno prima dell’esame, l’urinocoltura. Gli effetti collaterali post-esame più comuni sono una sensazione di bruciore durante la minzione e il sangue nelle urine ma generalmente i sintomi sono di lieve entità e scompaiono nell’arco di alcuni giorni. Dopo una cistoscopia il paziente può infatti riprendere la vita abituale, senza tuttavia fare sforzi eccessivi e con l’accortezza di bere molta acqua per alleviare il fastidio e favorire l’emissione di urina.

Presso il nostro centro di Thiene (Vicenza, Veneto) è a disposizione l’ambulatorio di UROLOGIA. Tutti gli esami di Cistoscopia sono eseguiti in ambulatorio ed è possibile prenotarli tutte le settimane con tempi di attesa ridotti.

Si occupa di Cistoscopia il Dott. Guttilla Andrea, Medico Chirurgo Specialista in Urologia – Urologo.