Il Laser RevLite, è l’unico trattamento approvato per l’eliminazione tatuaggi, efficace e sicuro anche per la rimozione dei colori più difficili da eliminare.

Perché il laser Q-Switched è un trattamento sicuro?

Il laser Q-Switched è il più sicuro tra i metodi di eliminazione tatuaggi normali poiché permette di trattare selettivamente il tatuaggio o la lesione pigmentata.

Quali sono i vantaggi del laser Q-Switched?

I vantaggi dell’eliminazione tatuaggi con questa tecnica laser sono rappresentati da una minor invasività del trattamento, assenza di cicatrici, minori tempi di recupero, assenza di anestesia.

A chi rivolgersi per eliminare un tatuaggio?

È fondamentale che il trattamento venga eseguito da un medico preparato, serio e competente, in una struttura seria e affidabile, sia per la sicurezza del paziente (evitando possibili complicanze), sia per un risultato finale ottimale.
È bene ricordare che i laser Q-Switched possono essere utilizzati solo da medici.

Come agiscono i Q-Switched?

I laser Q-Switched emettono una grande energia, sotto forma di luce, di brevissima durata. Le particelle d’inchiostro colpite dal raggio laser si frammentano in particelle più piccole tali da poter essere eliminate dai macrofagi (cellule spazzine del nostro corpo). L’emissione del fascio laser in tempi così brevi permette di confinare l’effetto termico al solo bersaglio da colpire, salvaguardando i tessuti circostanti.
Affinché il trattamento sia efficace, il fascio laser deve essere assorbito dal colore del tatuaggio.

Quante sedute sono necessarie?

Il numero di sedute necessarie non può esser stabilito prima dell’intervento. A far variare il numero delle sedute, infatti, concorrono più fattori quali la natura del pigmento, spesso sconosciuta da parte del paziente, la sua profondità, la capacità delle cellule fagocitarie di catturare le particelle d’inchiostro e rimuoverle.

Il trattamento è doloroso?

Il trattamento è generalmente ben tollerato, non richiede anestesia generale.
Solo in qualche caso viene utilizzata una crema anestetica.

Quali colori possono esser trattati?

Il nero, il blu e il rosso sono i colori che meglio rispondono al trattamento laser. Diversamente l’inchiostro bianco e il giallo vengono considerati inamovibili. Purtroppo i tatuaggi multicolore rispondono a lunghezze d’onda differenti e quindi posso risultare, in alcuni casi, difficili da trattare.

Che risultati ci si deve aspettare?

La gran parte dei tatuaggi possono essere eliminati completamente o parzialmente. I risultati migliori si ottengono con i tatuaggi neri, blu e rossi.

Quali effetti collaterali possono insorgere?

Nella maggior parte dei casi gli effetti collaterali sono nulli o minimi.
Dopo il trattamento possono comparire o persistere aree discromiche o lievemente acromiche, specialmente dopo l’esposizione al sole. Questi effetti possono essere evitati se si adottano alcune precauzioni. Tra gli inconvenienti di questa tecnica vi è anche la possibilità che rimanga l’ombra “ghost” del vecchio tatuaggio. Questo significa che le particelle d’inchiostro non sono state rimosse completamente perché troppo profonde. Il “ghost” è comunque un evento accettabile: tende ad attenuarsi nel tempo e diventa “invisibile” con l’abbronzatura.