Il filler di acido ialuronico è l’intervento estetico più praticato dagli italiani. Il dato emerge da una ricerca condotta dall’Isaps (International Society of Aesthetic Plastic Surgery), la più importante associazione a livello internazionale con oltre 2.700 chirurghi specializzati in plastica estetica iscritti al relativo albo in 95 Paesi. Il dato italiano, peraltro, è in netta controtendenza rispetto al resto del mondo che vede come trattamento estetico più praticato riguarda la tossina botulinica.

Filler di acido ialuronico contro il photoageing

Il filler di acido ialuronico (approfondisci), oltre a essere un efficacissimo rimedio contro le rughe e le depressioni in alcune zone del viso, è indicato come uno dei trattamenti di medicina estetica più efficaci contro il photoageing, il processo di invecchiamento della pelle causato dall’esposizone al sole e ai suoi raggi ultravioletti.

L’argomento è stato trattato ad un recente convegno promosso dai medici della società Italiana di chirurgia estetica a Termoli. Dunque, al termine della stagione estiva, il filler di acido ialuronico può essere uno dei trattamenti estetici ad azione più efficiente al quale sottoporsi per porre rimedio ai danni provocati dai raggi solari.

Ecco alcuni esempi delle zone del viso trattate con i fillers dal Dr. Buratto:

  • Aumento delle labbra
  • Aumento degli zigomi
  • Correzione delle rughe naso-geniene
  • Correzione elle rughe periorali (ad es. codice a barre, rughe della marionetta,…)
  • Correzione del profilo mandibolare