Ricostruzione del lobo dell’orecchio tagliato o dilatato: intervento veloce e risolutivo per tornare ad indossare gli orecchini

 

La lacerazione e la dilatazione del lobo auricolare sono eventi piuttosto comuni. Anche quando la ferita è guarita, permane il danno estetico, e spesso non è più possibile indossare gli orecchini. Per questo motivo spesso si ricorre alla ricostruzione del lobo dell’orecchio.

Le cause più frequenti di dilatazione e lacerazione del lobo sono l’uso prolungato e costante di orecchini troppo pesanti, o un incidente in cui un orecchino rimane impigliato provocando così lo “strappo” del lobo. Anche i dilatatori del lobo dell’orecchio portano la deformazione degli stessi e una volta rimossi lasciano il lobo molto più grande, che difficilmente tornerà spontaneamente all’aspetto originale.

 

Come si identifica il lobo lacerato?

In molti casi la divisione del lobo non è totale e il foro appare semplicemente deformato, allargato o allungato (coloboma auris parziale). Nei casi più gravi tutto il lobo dell’orecchio è strappato, non si possono mettere gli orecchini e si parla di coloboma auris completo, lobo fissurato o lobo bifido. Raramente possono presentarsi due colobomi affiancati nello stesso lobo (es. dopo strappamento di due orecchini limitrofi).

 

Come si esegue l’intervento di ricostruzione del lobo auricolare?

La ricostruzione del lobo auricolare è un intervento chirurgico ambulatoriale, effettuato in anestesia locale senza necessità di ricovero.

Consiste nell’asportare lo strato di pelle intorno alla fissurazione e unire i margini con punti di sutura molto sottili, con particolare attenzione alla ridefinizione del margine inferiore del lobo per non alterarne la forma; è a volte necessario eseguire dei piccoli “lembi”, spostando la pelle per permettere una chiusura più efficace.

È possibile sia chiudere totalmente la schisi/dilatazione, che lasciare una piccola fessura aperta come nuovo buco per gli orecchini.

Nelle prime settimane dopo la rimozione dei punti sarà visibile una piccola cicatrice destinata progressivamente ad attenuarsi e diventare quasi impercettibile grazie all’utilizzo di creme e all’auto-massaggio.

 

Che risultati si ottengono?

L’intervento permette di risolvere in modo definitivo il problema e di ridare forma al lobo.

Si raccomanda di aspettare almeno un mese prima di eventualmente ripetere il foro all’orecchio e di non portare per troppo tempo orecchini pesanti.

 

 

Ricostruzione lobo dell’orecchio – Per prenotare una consulenza informativa gratuita di Chirurgia Plastica, contattare il numero 04241958063 o inviare una richiesta a info@clinichelagrazia.it