Con il passare degli anni alcuni inestetismi del viso come le palpebre cadenti e le borse sotto gli occhi si possono fare più evidenti. Grazie all’intervento di Blefaroplastica è possibile attenuare questi inestetismi, correggere le borse o la pelle in eccesso che si formano sulle palpebre superiori o inferiori. L’obiettivo della blefaroplastica è quello di recuperare uno sguardo più vivo ed eliminare l’effetto degli occhi stanchi, ringiovanendo lo sguardo.

Come si svolge la Blefaroplastica?

La blefaroplastica può essere eseguita in diversi modi:

  • L’intervento alla palpebra superiore prevede un’incisione di forma e di aspetto variabile secondo quanto il chirurgo ha definito con il paziente, realizzata in modo da far cadere la cicatrice nella piega naturale delle palpebre e renderla quindi poco visibile. Inoltre l’incisione può estendersi lateralmente all’angolo esterno dell’occhio in modo da confondersi con le piccole rughe di espressione. 
  • L’intervento alla palpebra inferiore può essere condotto per via esterna o attraverso un’incisione transcongiuntivale. Nel primo caso viene eseguita un’incisione a pochi millimetri sotto la linea delle ciglia verso l’angolo esterno dell’occhio. Le borse adipose possono quindi essere asportate o riposizionate. Nel secondo caso invece, l’incisione viene eseguita solo attraverso la congiuntiva. L’eventuale eccesso cutaneo è corretto con incisione cutanea subciliare o con altre tecniche alternative. 

Quanto dura l’intervento?

L’intervento di blefaroplastica può durare circa 45 minuti se interessa le sole palpebre superiori, e 2-3 ore se eseguito anche sulle palpebre inferiori. Va specificato che si tratta di un intervento complesso in quanto la procedura e le varianti tecniche da adottare variano a seconda dalle caratteristiche anatomo-morfologiche del paziente. L’intervento viene solitamente eseguito in anestesia locale o in anestesia locale con sedazione.

In cosa consiste il decorso post-operatorio?

Dopo l’intervento potranno essere applicati una pomata oftalmica antibiotica o una medicazione con dei cerotti. È possibile applicare appositi occhialini raffreddanti allo scopo di ridurre il gonfiore. È inoltre consigliabile riposare con il capo sollevato su due cuscini per 2 o 3 notti. I segni delle incisioni si noteranno appena, dato che vengono effettuate in corrispondenza delle linee naturali presenti tra le palpebre inferiori e superiori, sotto le ciglia. La rimozione dei punti di sutura avviene solitamente dopo 4-6 giorni dall’intervento. Altre indicazioni e precauzioni sono a discrezione del chirurgo che effettuerà l’intervento.

Il primo consulto con il medico chirurgo

Durante la prima visita con il medico chirurgo verrano presi in esame i risultati attesi dal paziente si farà una valutazione dello stato di salute generale, includendo anche analisi della vista e della produzione lacrimale. Sempre in questa fase il chirurgo valuterà se sarà necessario intervenire solo sulle palpebre superiori o inferiori o se dovranno essere operate entrambe. Inoltre, il medico darà indicazioni al paziente su come prepararsi all’intervento.

Presso Cliniche La Grazia di Bassano del Grappa è possibile prendere appuntamento per un consulto con il chirurgo plastico tutte le settimane.
Si occupa di Blefaroplastica la Dott.ssa Kohlscheen Eva.