I disturbi psicologici e i pensieri debilitanti annessi sono scatenati da diversi eventi che la nostra vita ci può sottoporre. Nel corso della nostra esistenza l’umore di un individuo è influenzato e possiamo dire letteralmente stressato da situazioni più o meno traumatiche. Rinascere dopo un trauma è possibile.

Poniamo alla Dottoressa Laura Biasutti Psicologa a Psicoterapeuta che si occupa di psicoterapia per gli adulti, alcune domande riguardo alle cause principali che portano ai disturbi del tono dell’umore.

 

Quali sono gli eventi che possono portare un individuo a sviluppare disturbi psicologici?

La normale quotidianità di una persona può essere stravolta da diversi eventi traumatici che possono fare insorgere dei veri e propri disturbi psicologici. Uno di questi può essere il lutto. In particolare nel DSM, il manuale internazionale della psichiatria, il lutto, che non era considerato una patologia, ora è stato identificato come una causa dell’insorgere di stati depressivi, quindi può essere visto come una malattia da curare. Un altro grande motivo di ansia e stress che può destabilizzare una persona è un cambiamento di tipo lavorativo, ad esempio un licenziamento, il trasferimento o il pensionamento, oppure andare incontro ad una separazione o al divorzio.

 

Perché cambiamenti improvvisi influenzano così tanto la psiche?

Generalmente tendiamo a costruirci una vita basata su delle sicurezze, dove tutto deve essere sotto controllo. Secondi degli studi sulla psicologia sociale, la persona tende a costruire una rappresentazione di sé basata su ruoli che percepisce propri e che permette di sviluppare una sicurezza verso se stesso e verso gli altri. Ecco che, per esempio, la perdita del lavoro o una separazione possono compromettere l’equilibrio interiore. Spesso le persone riportano la sensazione di “non riconoscersi più” o di “girare a vuoto”, ritrovandosi sempre nella stessa condizione. Non sentirsi più padrone delle proprie emozioni porta sconforto e disorientamento. Se prolungato e trascurato nel tempo, questo stato può arrecare vere e proprie problematiche. Lo stesso succede con il disturbo post traumatico da stress, anche se qui si fa riferimento ad una categoria diagnostica differente.

 

Nel caso del disturbo post traumatico da stress quali sono gli errori di ragionamento più comuni?

Ci sono delle ricerche che mettono in luce il legame tra un evento traumatico e l’insorgere di gravi problemi a livello psichico e, a volte, anche fisico.  In particolare nella nostra mente scaturiscono una moltitudine di pensieri, e gli “errori” di ragionamento più comuni sono:

  • pensiero dicotomico (es. “Se non riesco a superare questo evento, la mia vita sarà un completo fallimento”)
  • ipergeneralizzazione (es. “Sento di dovermi proteggere sempre da tutti gli eventi negativi”)
  • astrazione selettiva (es. “durante un evento traumatico ho perso il controllo”)

 

Questi pensieri cosa generano nell’individuo?

Pensieri negativi e ripetitivi generano nell’individuo diversi stati d’animo che possono essere:

  • ansia e stress
  • pensieri negativi continui
  • insoddisfazione
  • irascibilità, rabbia
  • senso di vuoto e incompiutezza

 

Perché ricorrere a un trattamento psicologico per superare un trauma?

L’intervento di un Professionista risulta necessario nel momento in cui la persona non è più in grado di gestire i disturbi del tono dell’umore e soprattutto di “rinascere” per superare  il trauma. Consultare uno psicologo denota già autoconsapevolezza del problema e può essere una valida strategia per chi vuole riprendere in mano il controllo della propria vita. Il supporto che fornisce uno psicoterapeuta è quello di “mettere a fuoco” l’origine e i meccanismi che scatenano il malessere, così da fornire delle strategie per favorire l’accettazione e successivamente al superamento del problema.

Con il giusto supporto e un adeguato percorso rinascere dopo un trauma rende più consapevoli e fortifica se stessi.

 

Per prenotare un colloquio contattaci al numero 0445 382422 o compilando il form di contatto.