Parliamo oggi di attaccamento e relazione di coppia. Quali potrebbero essere i fattori che intervengono nella scelta e nella qualità di un legame di coppia?

Che siano degli elementi di carattere psicologico che influenzano la scelta di un partner al momento della nascita di una relazione di coppia, oppure delle affinità che fungono da collante per il mantenimento e la stabilità di un legame sentimentale?

La relazione di coppia è considerata uno dei più potenti indicatori del benessere personale e familiare. Stili di attaccamento diversi possano essere implicati con il benessere o l’insoddisfazione nella vita di coppia e nelle dinamiche della relazione. Mentre per il bambino, però, il rapporto con la madre rappresenta la prima esperienza di attaccamento, negli adulti, le precedenti esperienze, sia di attaccamenti infantili sia di relazioni sentimentali, costituiscono un bagaglio esperenziale e rappresentazionale che deve essere adattato ed integrato, per il successo della nuova relazione.

In che modo gli stili di attaccamento influenzano il giudizio sulla qualità del rapporto di coppia?

Le dimensioni dello stile di attaccamento del partner sono state dei buoni predittori del giudizio del soggetto sulla qualità del rapporto di coppia e sono risultate diverse in base al genere. Una persona con uno stile di attaccamento sicuro apprezza l’intimità, non teme di essere abbandonata, mostra un’alta autostima e maggiore fiducia in se stessi nelle situazioni sociali. Una persona ansiosa (ambivalente) apprezza la vicinanza, ma teme di essere abbandonata e ha un’opinione negativa di sé e degli altri.

rapporto_di_coppiaPuò capitare che la persona che possiede un modello di sé reso sicuro da esperienze di amorevoli cure e un modello degli altri come persone di cui fidarsi, è in grado di riconoscere negli altri i segnali di affidabilità e di interesse, sarà accurato nella scelta e individuerà come partner una persona in linea con queste sue aspettative.
Chi invece non ha sedimentato esperienze di amorevoli cure e non si sente degno di essere amato o ritiene di essere autosufficiente, cercherà inconsapevolmente come compagno di vita chi conferma queste rappresentazioni mentali. Gli individui classificati come sicuri sono più attivi nella risoluzione dei problemi e raggiungono compromessi nella coppia. La risoluzione positiva del conflitto richiede che una persona metta da parte la paura, l’ansia e la difesa per essere a proprio agio ad esporsi e avere fiducia negli altri. I partner con uno stile di attaccamento sicuro si impegnano molto nella comunicazione verbale, nella reciproca discussione e comprensione e ricorrono al ritiro o all’aggressività verbale in probabilità minore.

E una persona evitante?

Una persona evitante non apprezza la vicinanza, non ha fiducia negli altri e non teme di essere abbandonata. In un conflitto adulto il comportamento dei soggetti evitanti si trasforma nell’evitamento della discussione. Questi soggetti sono incapaci di esporre la loro posizione e ricercare supporto dai loro partner.

Qual è il comportamento di una persona ansiosa?

Una persona ansiosa (ambivalente) apprezza la vicinanza, ma teme di essere abbandonata e ha un’opinione negativa di sé e degli altri. I partner con attaccamento ansioso/ambivalente hanno una maggiore tendenza a esercitare pressione sul partner, dominare il processo di risoluzione del conflitto e manifestare maggiore ostilità. L’ansia è associata all’uso della colpa, delle minacce, dell’aggressione fisica e verbale, sentimenti di colpa e dolore dopo il conflitto e mancanza di reciproca discussione e comprensione.

Dott.ssa Roberta Moro, Laureata in Psicologia – Psicologa e Psicoterapeuta della famiglia.

La Dott.ssa Moro si occupa di disagi personali, legati alla sfera relazionale, (anche per adolescenti), di problemi di coppia (conflitti, difficoltà di comunicazione, gestione della separazione), di genitorialità (relazioni genitori-figli, gestione della coppia sul piano genitoriale) e dell’intero nucleo familiare in tutte le sue sfaccettature.