Maschio o femmina?

Per avere una risposta sicura riguardante il sesso del proprio bambino una volta bisognava attendere fino alla ventesima settimana di gestazione, oggi grazie alla Nub Theory è possibile scoprilo mediante un’ecografia effettuata tra l’undicesima e la quattordicesima settimana di gravidanza.

Portare in grembo una nuova vita è fonte di grande gioia, sapere anticipatamente quale sarà il sesso del proprio figlio è un desiderio comune a moltissimi genitori. Alle future mamme, così come ai futuri padri, piace immaginare come si trasformerà la loro vità quando arriverà il nuovo bambino: dipingere la stanza, preparare la cameretta, comprare i primi vestitini, è un rito diffuso che ha inizio non appena l’ecografia definisce il sesso del nascituro.

Ma che cos’è esattamente la Nub Theory?

I genitali di un feto si differenziano a partire dall’undicesima settimana di gestazione. Nei maschietti l’abozzo dei genitali punta verso l’alto, formando un angolo d circa 30°, nelle bimbe rimane quasi parallelo alla spina dorsale. Mediante la valutazione dell’angolo lombosacrale e dell’angolo cutaneo del tubercolo genitale un professionista del settore è in grado di definire il sesso del feto precocemente.

Il dottor Tinelli del Poliambulatorio San Gaetano è un medico accreditato alla Fetal Medicine Foundation che ha grande esperienza e conoscenza delle probabilità d’errore della metodica usata: grazie alla sua competenza si potrà conoscere il sesso del proprio bambino intorno alla 12° settimana di gravidanza.

Per prenotazioni o ulteriori informazioni chiama il Poliambulatorio San Gaetano di Thiene allo 0445-372255 o scrivi una mail a polisangaetano@tiscali.it.