Una causa frequente di mal di schiena è l’ernia del disco, anche chiamata ernia discale.
L’ernia del disco può provocare dolori lombari, oppure dolori radicolari, così chiamati perché derivanti dalla stimolazione delle “radici” nervose che fuoriescono dalla colonna vertebrale. La maggior parte delle ernie del disco si verifica in pazienti tra i trenta e i quaranta anni, ovvero quando il nucleo polposo è ancora una sostanza gelatinosa. Tra i possibili sintomi di un’ernia discale lombare troviamo: dolore lombare, lombo-sciatalgia, difficoltà a stare a lungo in piedi e disturbi di sensibilità e trofismo agli arti inferiori.

Quando può essere necessario il trattamento chirurgico dell’ernia al disco?

Solitamente, l’esigenza di sottoporsi a trattamento chirurgico si ha quando la terapia conservativa non ha fatto regredire in maniera soddisfacente il dolore e i pazienti dichiarano di non essere in grado di riprendere le proprie normali attività quotidiane.
Tali pazienti solitamente hanno delle caratteristiche di cui il chirurgo deve tener conto in fase di valutazione diagnostica e di pianificazione terapeutica come l’età, il tipo di lavoro svolto e se questo comporta la necessità di ipersollecitazioni della colonna vertebrale, la capacità psicologica di gestire il dolore ecc.

L’intervento chirurgico

L’intervento chirurgico maggiormente effettuato in caso di ernia del disco è la microdiscectomia, una tecnica di microchirurgia tra le meno invasive. Per questo tipo d’intervento, la possibilità di complicanze significative è minore dell’1% e il rischio di danneggiare strutture nervose è molto ridotto. L’intervento prevede un’incisione della pelle di circa 3 cm e con l’utilizzo di un microscopio operatorio si raggiunge il canale vertebrale e si rimuove il materiale discale erniato e il disco da cui questo proviene.

Se l’intervento è effettuato senza complicazioni, i pazienti vengo dimessi il giorno successivo e dopo circa venti giorni si può riprendere le normali attività quotidiane. Questo intervento risolve completamente i disturbi nell’80-85% dei casi, permettendo il ritorno a tutte le attività.

Presso il Poliambulatorio San Gaetano di Thiene (Vicenza, Veneto) è possibile effettuare una visita ortopedica presso l’ambulatorio di Ortopedia.