Prenota la tua consulenza informativa gratuita presso Cliniche La Grazia di Bassano del Grappa.

I peli non desiderati rappresentano sia per le donne che per gli uomini, un problema estetico non indifferente.
La maggior parte delle volte, l’epilazione laser viene svolta per ragioni di natura estetica, ma in determinati rappresenta una vera e propria terapia come nella policistosi ovarica, ipotiroidismo e la fastidiosa follicolite. Indipendentemente da questi casi, la presenza di peli indesiderati può essere fonte di disagio, con effetto negativo sulla propria immagine ed autostima.
Fin dall’approvazione FDA nel 1995, l’epilazione laser è diventata una delle pratiche più richieste ed efficaci in medicina estetica.

Il Dott. Parise Francesco, Medico Chirurgo con Maser di II livello in Medicina Estetica risponderà alle domande più comuni dei pazienti e spiegherà tutto quello che devi sapere riguardo questo trattamento così richiesto.

Come funziona questo trattamento?

L’epilazione laser fonda il suo principio sulla fototermolisi selettiva, ovvero la capacità di un laser di essere assorbito solo da determinati bersagli(cromofori).
Nell’epilazione laser il cromoforo colpito è la melanina, largamente presente nei peli; una volta colpito il pelo, l’energia laser viene convertita in calore, che agendo sui follicoli piliferi li porterà ad essicamento e successiva distruzione.

Possono essere trattati tutti i tipi di pelo?

Come si evince dalla risposta precedente, il bersaglio del trattamento è rappresentato dalla melanina, di conseguenza i peli scarsi in questa componente avranno, un minor assorbimento del laser e quindi minor risultati. Peli troppo chiari, rossi, bianchi o biondi saranno difficilmente eliminati.
I candidati migliori all’epilazione laser sono soggetti con pelle chiara e peli scuri.

È un trattamento doloroso?

Il trattamento è assolutamente sopportabile e la sensazione normalmente avvertita durante il trattamento è un lieve pizzicore/bruciore largamente tollerato dalla maggior parte dei pazienti. Molti dispositivi laser lavorano inoltre con sistemi di raffreddamento della cute (punte raffreddate, spray al criogeno, sistemi ad aria fredda).
Per i pazienti con bassa soglia al dolore è inoltre possibile applicare delle pomate anestetiche prima del trattamento.

È un trattamento rischioso?

Il trattamento laser non ha rischi particolarmente importanti. Dopo un’attenta valutazione della cute e del pelo da parte del medico normalmente non ci sono effetti indesiderati.
È comunque buona norma coprire i nei e non trattare aree tatuate cosi da evitare il rischio di scottature.
L’evidenza di eritema, rossore ed edema peribulbare invece, rappresenta l’effetto di un trattamento corretto sia in termini di esecuzione che nella scelta dei parametri da parte del medico.

Quante sedute servono?

Nella normale attività otteniamo una ottima efficacia eseguendo in serie dalle 6 alle 8 sedute (ad intervalli di 30/45 giorni una dall’altra).
Essendo un trattamento progressivamente definitivo, a 6-12 mesi dall’ultima seduta è consigliato eseguire una o più sedute di richiamo, con lo scopo di andare a colpire eventuali follicoli dormienti rientrati in attività.

 

Prenota senza tempi di attesa la tua consulenza informativa gratuita per il trattamento di l’epilazione laser chiamando il numero 0424 1958063 o compilando il form di richiesta.